Erasmus Plus

 

 

Progetto VET-PRISE 2015

Programma Erasmus+

Azione Chiave 1- Mobilità individuale nel settore dell’istruzione e della formazione (KA1 VET).

PROGETTO VET-PRISE “Vocational training and enterprise: a winning alliance for growth 2015”

n. 2015-1-IT01-KA102-004500

Presentazione 

Il  progetto VET-PRISE nasce per volontà di due attori socioeconomici fondamentali: l’impresa e il sistema educativo e formativo. Esso vuole dare una risposta ai bisogni formativi dei comparti produttivi della provincia di Treviso e specificamente del settore artigiano e delle PMI, attraverso una azione che porti a rafforzare la collaborazione fra scuola e mondo del lavoro. Una delle finalità è infatti quella di contribuire allo sviluppo e alla sperimentazione di procedure per il riconoscimento delle conoscenze, abilità e competenze acquisite in contesto lavorativo. …

Il consorzio di invio è composto da quattro istituti  di istruzione secondaria della provincia di Treviso:

IIS GIORGI-FERMI, promotore del progetto; IIS EINAUDI-SCARPA, ITCG PALLADIO, IIS VITTORIO VENETO. I partecipanti saranno studenti che abbiano completato il quarto anno. Gli indirizzi di studio afferiscono al settore Tecnico ad indirizzo tecnologico: Elettronica/elettrotecnica, Informatica, Meccanica-Meccatronica-Energia, Chimica dei materiali e Biotecnologie; Costruzioni, Ambiente e Territorio. A questi si aggiungono Sistemi informativi aziendali e i nuovi indirizzi della riforma dell’Istituto Professionale: Manutenzione e assistenza tecnica, Produzioni industriali e artigianali, Servizi sociosanitari.

In concreto si vuole organizzare un percorso individuale di apprendimento professionalizzante basato sull’esperienza di lavoro in impresa, della durata di 5 settimane, integrato e riconosciuto nel curricolo scolastico di provenienza, e con l’occasione sperimentare ed affinare nella mobilità transnazionale le metodologie ECVET per il riconoscimento degli esiti della formazione non formale già individuati ed in parte applicati nell’Alternanza scuola-lavoro.

Nella prima settimana all’estero saranno realizzate attività preparatorie di tipo linguistico-culturale, di orientamento e di inserimento sociale, e attività pedagogiche propedeutiche all’inserimento lavorativo (aspetti culturali, incontro con l’azienda); seguirà l’esperienza in azienda per 4 settimane, a tempo pieno. Sarà usato e potenziato l’inglese, anche come lingua veicolare, per l’importanza che questa lingua riveste negli scambi, nella documentazione tecnica. Fra le destinazioni vi sono anche Paesi dell’est europeo verso i quali va crescendo l’interesse dei rapporti economici e culturali.

 SELEZIONE

Una commissione in ogni scuola, costituita dal referente di progetto, da un docente di lingua e uno di discipline professionali e dal DS, accerterà che il candidato presenti caratteristiche di:

a) forte motivazione all’esperienza, affidabilità, puntualità, adattabilità, intraprendenza;

b) competenza linguistica B1 accertata mediante prove usate nelle certificazioni ufficiali (per il Professionale si farà riferimento ad un A2 potenziato, suscettibile di raggiungere il B1 dopo le fasi di preparazione); c)buoni risultati scolastici, specie nelle materie di indirizzo;

d) positiva valutazione di esperienze pregresse di stage/in alternanza.

Sarà posta una attenzione particolare nel considerare non prioritari gli aspetti inerenti alla storia scolastica dei candidati, ma piuttosto alla capacità di mobilizzare competenze chiave che potranno garantire l’ottimizzazione dell’esperienza: per esempio autonomia e responsabilità, capacità di risolvere problemi, di trasferire conoscenze.

Saranno i consigli di classe che, tramite il docente coordinatore, esprimeranno un giudizio di idoneità su questi aspetti, e allo scopo saranno per tempo messi a conoscenza degli indicatori previsti per la selezione. Ogni requisito sarà valutato secondo una tabella di punteggio, consentendo la compilazione di una graduatoria che verrà esposta all’albo, con i termini per eventuali ricorsi. A parità di posizione saranno favoriti candidati con situazioni socio-economiche più disagiate, e verrà privilegiata la partecipazione femminile, ancora minoritaria  negli Istituti tecnici e professionali industriali.

 COMPETENZE DA SVILUPPARE

L’esperienza dovrà dare ai partecipanti l’opportunità di sviluppare le competenze-chiave individuate come più rilevanti nel loro fabbisogno formativo:

  • imparare a imparare: necessaria per l’apertura all’innovazione, per saper rispondere con competenza e flessibilità ai cambiamenti
  • spirito d’iniziativa e di imprenditorialità: per contribuire attivamente alla crescita economica e sociale anche facendosi imprenditori di se stessi e saper investire nella crescita personale
  • competenze sociali e civiche: per capire e contribuire alla sostenibilità ambientale del cambiamento
  • consapevolezza culturale: per essere capaci di affrontare l’internazionalizzazione anche sul piano del confronto culturale con gli altri
  • competenze nelle lingue, per essere in grado di comunicare efficacemente con gli interlocutori stranieri.

Su queste competenze chiave si innestano competenze settoriali comuni alle diverse figure professionali, altrettanto rilevanti per le attività produttive che competono su mercati internazionali. L’esperienza in azienda, compatibilmente con le variabili personali del partecipante e aziendali, dovrà consentire la promozione delle capacità di:

  • osservare, analizzare fenomeni e interpretare dati attraverso modelli, strumenti
  • utilizzare le strategie del pensiero razionale per affrontare situazioni problematiche
  • saper riconoscere gli aspetti di efficacia, efficienza e qualità nella propria attività lavorativa
  • utilizzare reti e strumenti informatici nelle attività professionali di riferimento
  • redigere relazioni tecniche e documentare le attività in lingua inglese veicolare
  • operare in team working
  • saper riconoscere le implicazioni etiche, sociali, economiche e ambientali dell’innovazione tecnologica nelle sue applicazioni industriali, in un’ottica di sviluppo sostenibile.

In ogni tirocinio la pratica prevedrà l’esercizio e lo sviluppo di più specifiche competenze di indirizzo, compatibilmente con il possesso dei necessari requisiti linguistici.

CERTIFICAZIONE, VALIDAZIONE E RICONOSCIMENTO DEL TIROCINIO:

Ogni partecipante riceverà:

DOCUMENTO EUROPASS MOBILITA’

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE alla mobilità rilasciato dall’istituto beneficiario del progetto.

ATTESTATO DELLA PREPARAZIONE LINGUISTICA rilasciato dall’ente di accoglienza,

CERTIFICATO DELLE COMPETENZE rilasciato dalla scuola di invio, in quanto lo stage rientra nell’alternanza scuola-lavoro.

PREPARAZIONE

La fase precedente la mobilità è composta di due moduli: il primo, di preparazione linguistica e culturale, ha lo scopo di rafforzare le competenze comunicative in lingua straniera e favorire l’integrazione sociale, il secondo, a carattere pedagogico, è propedeutico al tirocinio in azienda, introduce le tematiche di progetto e contribuisce alla definizione del contratto formativo con il partecipante. Si prevede di organizzare la partecipazione dei candidati ai corsi on-line previsti dal Programma per le lingue Inglese, e Spagnolo, e a moduli di rafforzamento linguistico e culturale tenuti da docenti madrelingua sia prima di partire che durante la prima settimana all’estero. Nei paesi in cui sarà usato l’inglese come lingua veicolare saranno realizzati all’estero brevi moduli di elementare conoscenza della lingua parlata nel Paese, funzionale alla vita quotidiana.

Il secondo modulo (preparazione pedagogica) prevede la delineazione del Progetto Formativo Personale, da realizzare in tre fasi.

Nella prima fase, che comprende incontri collettivi e per gruppi di discussione, ai quali si aggiungeranno colloqui individuali con ogni partecipante, l’attenzione sarà sui temi dell’autovalutazione delle competenze comunicative e sociali, della definizione delle aspettative e dell’impegno personale, e della valutazione dei risultati.

A conclusione di questo percorso si procederà alla redazione del Learning Agreement, e della Unità di apprendimento da completare mediante il tirocinio.

Per una preparazione sui contenuti e finalità generali del progetto, sono previste in Italia visite aziendali presso le aziende multinazionali del consorzio, con project work sui temi della efficienza energetica, utilizzo delle energie rinnovabili e utilizzo nell’industria e nell’uso civile, e crescita sostenibile, e sul tema della internazionalizzazione (intercettazione della domanda estera e creazione di prodotti innovativi, delocalizzazione, investimenti esteri in Italia)….

BANDI DI SELEZIONE PER INSEGNANTE MADRELINGUA INGLESE E INSEGNANTE DI LINGUA SPAGNOLA

 

Bando_Giorgi_Fermi_Lingua Spagnola